22.12.15

marnellata di arance

1 Kg arance
500 gr zucchero
pectina o fruttapec

LAVARE e SPAZZOLARE le arance dopo averle lasciate in ammollo per qualche ora. SBUCCIARE le arance e TENERE le bucce di circa la metà (in ogni caso buttare sempre via la cima e il fondo dell'arancia). METTERE tutto nel bimby e FRULLARE usando la funzione turbo facendo attenzione a non tritare troppo, nè troppo poco. TRASFERIRE nella pentola e PORTARE a bollore. AGGIUNGERE lo zucchero e la pectina miscelati. PORTARE a bollore e CONTINUARE fino a raggiungere la densità desiderata. INVASARE.

mamellata di bergamotto

2 kg di bergamotti
1 kg di zucchero

TOGLIERE la scorza da un buon numero di bergamotti e TAGLIARLA a pezzettini. SPREMERE i bergamotti e SEPARARE i semini. METTERE i semini dentro a una garza o dentro a un ciappino da tè chiuso. AGGIUNGERE un bicchiere d'acqua se vi sembra che il tutto sia troppo denso. Con 2kg di bergamotti io ho fatto un kg scarso di succo, il resto l'ho messo con l'acqua. PORTARE A BOLLORE il succo e i semini. AGGIUNGERE lo zucchero mescolando bene e continuare a SOBBOLLIRE fino a che la marmellata non raggiunge la densità desiderata.

11.12.15

torta di cacao e farina di castagne

240 gr di farina di castagne (buona)
60 gr di cacao amaro
125 gr di zucchero
300 ml di latte (anche latte di soia vanigliato)
1 bustina di lievito (anche lievito vanigliato)
5 uova.
50 gr di burro

RISCALDARE il forno a 180°. IMBURRARE e, volendo, INFARINARE una teglia da 24cm di diametro. SBATTERE le uova con lo zucchero fino a che il composto non diventa sodo e spumoso. AGGIUNGERE lievito e cacao e INCORPORARE dolcemente. Separatamente MESCOLARE la farina di castagne con il latte in modo da formare una pastella cremosa. INCORPORARE il burro fuso. UNIRE i due impasti. VERSARE nello stampo e CUOCERE per 40/50 minuti o fino a che lo stuzzicadenti esce pulito.
NB: per la versione vegana: omettere il burro e usare solo latte di soia, meglio se vanigliato.
NB: per la versione senza farina: assicurarsi che tutti gli ingredianti (specialmente lievito, cacao e farina di castagne) siano marcati come adatti ai celiaci.

7.12.15

patè di faraona

una faraona
marsala
aglio
rosmarino
vino rosso
olio
burro

BRUCIARE le piume rimaste sul fornello. METTERE la faraona a petto in su nella teglia, BAGNARE con un bicchiere di vino rosso (rosato di puglia) e due cucchiai di olio. COPRIRE con la stagnola e ARROSTIRE per 50/60 minuti nel forno a 200°. RAFFREDDARE.
SPOLPARE la faraona cercando di lasciare intatto il petto, tenere il liquido di cottura. ROSOLARE due spicchi di aglio con un bel po' di rosmarino; AGGIUNGERE la polpa della faraona cercando di tenere separata la carne bianca dalla rossa, SCOTTARE in padella per 5 minuti. SALARE e SFUMARE con un bicchiere di marsala a fiamma ben viva. AGGIUNGERE il liquido di cottura uscito dal forno, abbassare la fiamma e CUOCERE per 20/30 minuti o fino a che il liquido non sarà quasi finito. SFILACCIARE i petti. METTERE il resto della carne nel bicchiere del frullatore insieme a sugo filtrato, niente aglio e, se si vuole, un po' del rosmarino. FRULLARE a piacere. AGGIUNGERE 150 gr di burro fuso, IMPASTARE. VERSARE in uno stampo alternando la polpa frullata alla polpa sfilacciata del petto. LASCIARE in frigorifero per almeno 24h prima di consumare.